Informativa Privacy e Cookies

DESTINAZIONI

Cosa vedere fare e mangiare a Firenze

Cosa vedere fare e mangiare a Firenze in 1, 2 giorni o nel week end? Ecco i nostri consigli!

La città dell’arte e dei grandi maestri. Per vedere tutta Firenze non basterebbe una settimana, ma se avete solo 1 o due giorni o un week end allora ci sono opere che non potete non vedere.

Il Museo degli Uffizi a Firenze

Chi ama l’arte non può saltare la visita al Museo degli Uffizi. Le file per entrare a volte sono interminabili, ma ne vale assolutamente la pena per poter ammirare le immortali opere di maestri come CaravaggioRaffaello o Tiziano.

Tutto ciò che vi serve per vedere il Museo degli Uffizi è tanta pazienza (durante le code iniziali), scarpe comode e tanta acqua. Il viaggio inizia con la sala del Trecento e le tre pale di Cimabue, Duccio di Buoninsegna e Giotto, che raffigurano la Madonna in trono col Bambino.

In un crescendo di arte e bellezza, successivamente vi attendono le opere di Botticelli, Leonardo, Signorelli, Perugino, Durer…potremmo stare tutto il giorno ad elencarvi i nomi dei grandi artisti, ma vi suggeriamo di andare a vederli con i vostri occhi, perché è uno spettacolo unico.

Per chi ha dei bambini, forse sarà difficile farli stare fermi durante la fila, ma una volta dentro non potranno fare a meno di rimanere stregati da tanta bellezza.

La Basilica di Santa Croce a Firenze

Questa è la basilica dove potrete trovare due anime a confronto: l’arte e la scienza. Infatti, si trovano proprio nella Basilica di Santa Croce la tomba di Michelangelo, circondata dalle sculture rappresentanti la Pittura, Scultura e Architettura, e quella di Galileo Galilei, posizionate una di fronte all’altra.

Proseguendo nella visita però potrete trovare altre importanti spoglie, come quella di Vittorio Alfieri, di Antonio Canova, di Niccolò Machiavelli, di Gioacchino Rossini e Ugo Foscolo. È possibile trovare anche il cenotafio di Dante ma non le sue spoglie, lasciate a Ravenna dove morì in esilio. In fondo alla basilica ci sono le cappelle affrescate da Giotto con le Storie della Vita di San Francesco.

 Il Duomo a Firenze

Il Duomo a Firenze è meglio conosciuto come Cattedrale di Santa Maria del Fiore ed è il cuore pulsante della città.

Nella Piazza del Duomo, però, non si trova solo questa imponente cattedrale, capace, già dall’esterno, di ammaliare i turisti (ma non solo) grazie alla facciata in marmo bianco e verde, è possibile fotografare anche la magnifica Cupola del Brunelleschi, che domina Firenze.

Il Campanile fu progettato da Giotto anche se non lo vide finito. Il Battistero è uno degli edifici più antichi di Firenze e sta lì dal IV secolo; con le sue magnifiche porte è una vera Bibbia per immagini.

Alla realizzazione di questo complesso parteciparono i più importanti artisti fiorentini: da Giotto a Brunelleschi, da Vasari a Talenti, da Arnolfo di Cambio a Lorenzo Ghiberti.

Lo sapevate che inizialmente la cattedrale venne costruita per fare invidia alle chiese delle rivali Pisa e Siena?

La chiesa di Santa Maria Novella

Sapevate che la chiesa di Santa Maria Novella è stata costruita principalmente perché i frati Domenicani non volevano sfigurare davanti a quelli Agostiniani e Francescani, che si erano fatti costruire rispettivamente le chiese di Santo Sprito e di Santa Croce,

La Chiesa di Santa Maria Novella grazie all’uso di marmi bianchi, neri e verdi è uno splendido esempio di stile romantico toscano.

All’interno ad attirare subito l’attenzione è il Crocifisso di Giotto, un’opera giovanile recentemente restaurata che pende dalla volta centrale.

Ma l’opera più importante di tutta Santa Maria Novella è la Trinità del Masaccio, opera rivoluzionaria in quanto nell’opera, rappresentante Cristo che muore in croce, la Madonna non guarda suo figlio che muore ma indica lo spettatore del quadro, rassegnata a un destino che deve compiersi per la salvezza di tutti uomini.

Cosa mangiare a Firenze

Neanche a dirlo il piatto più famoso di Firenze è la carne fiorentina, ma la cucina tipica di Firenze ha tanto da offrire: prodotti semplici come il pane, l’olio e le verdure vengono trasformati dalla passione e da mani esperte in qualcosa di straordinario.

Per chi vuole godersi un vero pasto fiorentino deve iniziare sempre con qualche salume accompagnato con bruschette ai fegatini. Proseguendo con un primo, la ribollita non può assolutamente mancare. Ovviamente, è bene accompagnare il tutto con un buon vino rosso come il Chianti o il Brunello.

 Dove dormire a Firenze

Firenze è una città molto ben organizzata intorno al turismo ed è capace di proporre diverse tipologie di hotel, B&B, pensioni e camere. È una meta davvero ambita, quindi armatevi di tanta pazienza e tanta voglia di cercare tra le migliori proposte che possano offrire un buon rapporto qualità-prezzo (cercate di prenotare sempre con tanto anticipo, se vi è possibile).

Il centro storico è pieno di alberghi e B&B che si aggirano intorno ai 100 euro a notte, spostandosi di qualche centinaio di metri dal centro, però è facile trovare strutture più economiche e accomodanti.

Insomma chi non ha ancora visto Firenze deve assolutamente andarci. Una città piena di arte, storia e bellezza che vi farà letteralmente innamorare e che vi farà desiderare di prolungare la vostra vacanza.